SNK Vs. Capcom: The Match of the Millennium è l’ultimo titolo facente parte della NeoGeo Color Pocket Collection ad arrivare su Nintendo Switch. Il gioco è disponibile per l’acquisto digitale su Nintendo eShop insieme agli altri picchiaduro precedentemente rilasciati tra cui The Last Blade: Beyond the Destiny (recensito sul nostro portale).

Provato su Nintendo Switch

SNK Vs. Capcom: The Match of the Millennium venne pubblicato per la prima volta sulla console SNK nel 1999, ben 22 anni fa. Il Neo Geo Pocket Color, sebbene giunto in occidente, non ha mai raggiunto (purtroppo aggiungerei) il successo riscontrato in patria, pertanto titoli come quello che ci troviamo oggi a recensire, così come The Last Blade che abbiamo avuto modo di provare, giungono con un ritardo notevole sul mercato nostrano, in un momento in cui in ambito portatile è possibile giocare a capolavori del genere picchiaduro come Dragon Ball Fighter Z. L’approccio quindi deve essere quanto più aperto possibile, in ottica di recupero di pezzi di storia dell’evoluzione videoludica, quando la semplificazione di un titolo era necessaria per una trasposizione su console mordi e fuggi come Neo Geo Pocket.

SNK o Capcom? Perché non tutti e due!

I picchiaduro che vedono scontrarsi i personaggi dei due macrocosmi, da un lato The King of Fighters, Samurai Shodown e The Last Blade mentre dall’altro Street Fighter, Darkstalkers e Rival Schools, hanno inizio proprio con il titolo per Neo Geo Pocket, permettendo ai fan dei diversi franchise di sconfiggere la tanto odiata concorrenza. Generalmente quando si pensa a un prodotto per console portatili ci si immagina una povertà di contenuti associata a un gameplay ridotto all’osso e se da un lato si tratta di affermazioni comprensibili, non è questo il caso. Partiamo innanzitutto dal roster, composto da ben 26 personaggi differenti di cui 8 sbloccabili completando più volte la modalità Torneo. Non mancano quindi Ryu, Ken, Chun-li, Guile, Morrigan e Felicia per quanto riguarda il lato Capcom, mentre nell’angolo SNK troviamo volti noti come Kyo Kusanagi, Terry Bogard, Mai Shiranui, Athena Asamiya e Haohmaru.

Il sistema di gioco, per quanto non preveda meccaniche complesse come le Roman Cancel di Guilty Gear, è comunque profondo e appagante, dando la possibilità di scegliere tra tre tipi di stile differenti: uno basato sulla barra degli attacchi Super di Street Fighter, uno per chi preferisce lo stile SNK e un terzo più neutrale appositamente creato per il gioco.

Tag e Team a sorpresa

La modalità Torneo, dove affronterete in successione alcuni avversari prima di arrivare alla conclusione della storia dove combatterete contro i due villain principali, M.Bison e Geese Howard, può essere affrontate in singolo, ovvero scegliendo un solo personaggio, in Tag, con un secondo lottatore selezionabile in qualsiasi momento durante lo scontro premendo A+B, oppure scegliendo la modalità Team, dove selezionerete ben 3 personaggi, che cederanno il posto al successivo non appena vengono sconfitti in un round.

Questa suddivisione offre un minimo di varietà, garantendo quindi una rigiocabilità elevata e anche una relativa semplicità nel provare tutti i personaggi per trovare quello più adatto al proprio stile di gioco.

Olimpiadi di schiaffi

Dal menu potrete selezionare un’altra modalità, chiamata Olympics, dove scegliere se entrare nel team SNK o quello Capcom. Si tratta di una selezione di minigiochi e sfide specifiche come per esempio il Survival, dove dovrete sconfiggere 100 nemici di fila con la stessa quantità di energia, il classico Time Attack, contro cinque soli avversari, First Burst invece vi vede impegnati contro dieci nemici e vince chi sferra il primo colpo, Cat Walk, una sorta di rythm game dove premere pulsanti a tempo e infine un minigioco che vede come protagonista Sir Arthur di Ghosts ‘n Goblins, che deve saltare su quattro piattaforme schivando i nemici per raccogliere tesori. Le prestazioni in queste modalità verranno ricompensate con delle medaglie, di bronzo, d’argento, d’oro e di platino, oltre che con punti per acquistare una nuova mossa speciale per i vostri personaggi in qualsiasi modalità di gioco.

A chi consigliamo SNK vs. Capcom: The Match of the Millennium?

Il titolo è adatto per tutti gli appassionati di picchiaduro che vogliono provare di tanto in tanto qualcosa di più semplice e immediato, magari per una partita senza impegno con amici che potrebbero non essere tanto propensi a farsi sconfiggere per l’ennesima volta in Street Fighter o altri giochi che richiedono un po’ più di esperienza. Trattandosi di un titolo di oltre 20 anni fa non è assolutamente un prodotto per tutti, ma solo per amanti del genere e collezionisti di vecchie glorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.