Early access è uno dei termini che più incute timore nel panorama videoludico odierno. A volte sinonimo di qualità, più spesso di progetti svogliati e mediocri. Solasta: Crown of the Magister è in early access, ma com’è? Dopo circa 25 ore passate sul titolo dei Tactical Adventures, la prima impressione è che questo nuovo gioco di ruolo abbia delle solide fondamenta e un discreto potenziale. Diamo dunque inizio alle danze, con la nostra preview.

Solasta è un classico rpg occidentale con combattimento a turni che cerca però di implementare fedelmente delle regole che si potrebbero trovare nei più classici giochi di ruolo cartacei; che implementa alla lettera le meccaniche proprie della quinta edizione di Dungeons&Dragons, fornite su licenza della Wizards of the Coast.

Si apre nella più classiche delle maniere, con un party di quattro personaggi in una fumosa taverna, davanti al fuoco scoppiettante di un grande camino, mentre ricordano storie passate di vecchie avventure. Ogni membro avrà il suo piccolo prologo che funge da tutorial al giocatore. Verrà introdotto alle regole e alle varie icone presenti sull’interfaccia. Semplice, ma efficace.

Una volta completato si passerà al primo vero capitolo di Solasta: mille anni dopo un tragico cataclisma, il mondo di gioco è sconvolto da una dimenticata minaccia. Toccherà ai nostri quattro eroi sventare una nuova fine del mondo. Il titolo Tactical Adventures sin da subito mostra una quantità invidiabile di cutscenes per far progredire la narrazione. Questa scelta mostra però il primo difetto di Solasta: la qualità dei modelli è buona ma non eccellente. Armi, armature ed equipaggiamenti vari sono ben modellati e animati. Quello che fa storcere il naso sono le animazioni facciali, praticamente inesistenti.

I volti sono privi di dettagli, maschere di cera indossate da attori dilettanti. Anche la personalizzazione estetica in fase di creazione del personaggio è carente: poche le opzioni per personalizzare volti e tagli di capelli, un editor ridotto all’osso. Qualitativamente migliori i modelli poligonali delle creature che il giocatore si troverà ad affrontare. Le magie sono ben stilizzate, con texture pulite, ottimi effetti particellari e colori vibranti che permettono di identificarle al primo colpo d’occhio. Gli ambienti di gioco sono ben realizzati, ma di quanto più generico possa esserci: Caer Cyflen, l’hub principale, è una piazza con una taverna e un paio di negozi; le location degli incontri casuali si ripetono incessantemente; i nomi dei luoghi di interesse sono tutti sulla falsariga di “Dark Castle” o “The Monastery”.

solasta preview esplorazione

Anche il doppiaggio lascia a desiderare: la qualità è bassa, con solo una manciata di personaggi che sembrano essere stati doppiati da attori professionisti.

Quindi perché qualcuno dovrebbe spendere quasi trenta euro per acquistare Solasta: Crown of the Magister?

Uno dei punti forti è la profondità offerta nella realizzazione del background di ogni componente del party. Da un umile tagliaborse, a uno studioso di storia antica e filosofia, Solasta offre molteplici e differenti scelte per personalizzare caratterialmente e biograficamente i personaggi, cercando di emulare quanto potrebbe realizzare un giocatore di carta e penna. Le professioni sono quelle classiche che potete trovare nella quinta edizione di Dungeons&Dragons, il party può essere composto al massimo da quattro avventurieri e in questa run di prova ho optato per la più classica delle composizioni: un guerriero votato alla difesa, un chierico, un ladro e un mago.

Le scelte fatte nel background andranno direttamente ad influenzare la competenza in determinate abilità e le opzioni di dialogo disponibili in gioco, donando bonus e percentuali di tiro migliori durante i dialoghi. Non aspettatevi una quantità di testo alla Baldur’s Gate o Planescape: Torment, gli esiti possibili riguardante le scelte fatte durante la campagna sono solitamente quattro. La punta di diamante del titolo Tactical Adventures è sicuramente il sistema di combattimento. Il dado da venti facce è il padrone del campo di battaglia, ogni azione passa per esso: dal combattimento, al successo con le magie, alla buona riuscita nello scalare una parete. Solasta offre una fedele riproduzione delle regole del suo corrispettivo cartaceo.

solasta preview mappa

Il combattimento, pur essendo a turni, è profondamente diverso da quello che potremmo trovare nella serie Divinity o in Torment: Tides of Numenera. Quando si intraprende una battaglia, il gioco di ruolo muta in uno strategico a turni, diventando più simile a un X-Com che a qualsiasi altro gioco di ruolo occidentale. Ogni scelta va finemente ponderata, azzardare significa rischiare di perdere tutto il party o terminare a fatica un combattimento.

Il campo di battaglia si estende su più dimensioni: è possibile scalare pareti per permettere ai nostri personaggi dotati di armi a lunga distanza di trovarsi in una posizione di vantaggio, è possibile manipolare l’ambiente circostante per ferire o direttamente eliminare i nemici o rivoluzionare la disposizione degli elementi in gioco. Stare vicino ad un muro o ad un riparo significa essere più protetti dai proiettili indirizzati contro di noi, ma questo vale anche per il bestiario che ci troveremo ad affrontare.

Poca luce? La visibilità è ridotta e i personaggi senza scurovisione avranno un malus ai tiri per colpire; come si può ovviare al problema? Con un incantesimo che permette di illuminare la zona selezionata o un oggetto. Un nemico è vicino al bordo di un crepaccio? Magari si può tentare di spingerlo nel vuoto grazie alle abilità del nostro guerriero. Palla di fuoco? Palla di fuoco. Ogni combattimento è intrinsecamente differente da tutti gli altri già affrontati, anche riprovare più volte lo stesso incontro con strategie sempre differenti porterà ad esiti diversi. Non c’è giusto o sbagliato nelle battaglie di Solasta, i margini di manovra sono ampi, sta al giocatore sfruttare al meglio il set di abilità dei propri personaggi e utilizzare l’ambiente di gioco a suo vantaggio per prevalere.

solasta preview combattimento

La data ufficiale selezione per l’uscita del titolo Tactical Adventures è il prossimo 26 maggio. Ci sono problemi, come il doppiaggio e le animazioni facciali, oramai difficilmente risolvibili, ma questo non dovrebbe scoraggiare i potenziali acquirenti. Dal punto di vista puramente ruolistico e del combattimento, Solasta: Crown of the Magister offre un’esperienza solida, affinata e che riempirà il cuore di gioia di tutti i nostalgici dei pen&paper.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.