Ys IX: Monstrum Nox, già approdato a febbraio su console Playstation 4, è finalmente arrivato anche su PC tramite piattaforma Steam e Nintendo Switch. Dopo l’esaustiva recensione della versione PS4 abbiamo provato anche quella PC, vediamo dunque quali sono i suoi pregi nella nostra review.

Provato su PC

PS4

PC for the win

Ritornare a Balduq dopo la prova della versione Playstation 4 è stato per noi estremamente piacevole, non solo perché le performance sono stavolta ottime ma anche perché il gioco si presenta molto più pulito e piacevole da vedere. Gioca sicuramente un ruolo importante la potenza del PC utilizzato che monta una ancora rispettabilissima GeForce GTX 1060 6 GB, in grado di far girare il titolo a 60 fps rock solid, e un SSD che rende i tempi di caricamento finalmente accettabili.

Se avete letto la nostra recensione del gioco per PS4, ricorderete senz’altro le lamentele relative agli fps ballerini, che rendono un gioco action veloce come Ys davvero terribile da esperire. Come da tradizione Nihon Falcom, anche Ys IX si basa su schivate e parate perfette, per consentire al giocatore di rallentare il tempo, e concatenare più attacchi possibili, oppure di incrementare il danno critico, pertanto se non avete una Playstation 5 su cui far girare il gioco e siete costretti a scegliere tra l’acquisto della versione PS4 o quella PC, non possiamo far altro che consigliarvi vivamente quest’ultima. Anche i caricamenti, presenti ogni volta che bisogna spostarsi in un dungeon, su PC con SSD sono estremamente snelli e veloci, richiedendo soltanto pochi secondi.

  • ys ix pc steam adol black
  • ys ix pc steam balduq
  • ys ix pc steam dogi

Non era assolutamente certo che il port per PC fosse di questa fattura, anzi, dopo quanto visto con Ys VIII Lacrimosa of Dana all’uscita su Steam, era lecito aspettarsi il peggio, siamo però davvero contenti che non sia questo il caso.

I mostri di Balduq

Il giovane Adol, dopo i tanti naufragi su isole e territori inesplorati, approda nella città-prigione Balduq, dove verrà arrestato per crimini di varia natura. D’altronde quando ci si intromette in affari che non ci competono è proprio questo che succede: bisogna fare i conti con la legge, in questo caso quella dell’impero Romun.

Il nostro eroe però non ci sta e decide quindi di darsi alla fuga, finché non viene trasformato nel Crimson King, un Monstrum, da parte della misteriosa Aprilis. La città di Balduq a quanto pare pullula di questi Mostrum che portano non pochi problemi alle autorità, ma le loro intenzioni sono davvero malvage come tutti dicono?

  • ys ix pc steam aprilis
  • ys ix pc steam adol
  • ys ix pc steam boss

I fan di lunga data potranno subito notare, fin dall’inizio del gioco, come Ys IX sia estremamente votato alla narrazione, un tratto distintivo rispetto agli altri capitoli che lasciavano più spazio all’azione. Le cutscene sono tante e vi ritroverte a parlare con una gran quantità di personaggi che entraranno a far parte del vostro gruppo, sia come combattenti attivi sia come personaggi in grado di rendervi servigi come il crafting delle armi o la trasformazione degli oggetti in ingredienti più utili.

Non possono mancare le sidequest, che capitolo dopo capitolo vi appariranno sulla mappa o sulla “Questboard” nel quartier generale di Adol e compagni. Completarle non offre solo oggetti utili ma anche maggiore esposizione degli eventi narrati, consentendo così di approfondire le interazioni tra gli abitanti di Balduq senza però caricare eccessivamente la già verbosa “Main quest“.

La città è inoltre farcita di collezionabili e punti di interesse, da graffiti a tesori passando per gli elusivi Azure Petal, esplorarla tutta richiederà il pieno arsenale dei Mostrum, ognuno in grado di ampliare il potenziale di Adol che potrà quindi correre sulle pareti e planare da grandi altezze.

Gran parte del divertimento di Ys IX risiede proprio nel prendersi il tempo di esplorare Balduq, scoprendo nuovi luoghi man mano che la storia procede.

Ancora una volta mi trovo costretto a spargere sale sulla ferita e sottolineare come la soundtrack non sia all’altezza di quanto concepito per i capitoli precedenti. Ys è perlopiù giapposhred con chitarre incazzatissime che esaltano il gameplay, in questo caso invece abbiamo temi più barocchi e decadenti e sebbene qualche guizzo di vitalità sia presente, perlopiù nei “battle themes”, passa tutto troppo in sordina.

Al netto di alcune lamentele provenienti dal vostro recensore preferito, fan di lunga data della serie, Ys IX: Monstrum Nox resta comunque un episodio gradevole e sufficientemente alternativo da mescolare un po’ le acque e cercare di rinnovare la formula consolidata.

A chi consigliamo Ys IX: Monstrum Nox?

Non volendo ripetermi eccessivamente (rinnovo ancora una volta l’invito a leggere la recensione completa della versione Playstation 4), ho preferito fare un excursus veloce su ciò che di positivo e negativo ha questo nono capitolo del franchise.

Monstrum Nox dovrebbe essere acquistato a prescindere dai fan di Nihon Falcom, per supportare la compagnia e far sì che continui a pubblicare questa serie di action RPG che può essere annoverata tra le migliori provenienti dal Sol Levante, inoltre, può essere apprezzato anche come entry point da chi si vuole avvicinare al franchise per la prima volta, tenendo presente che la versione PC è nettamente migliore rispetto a quella per PS4 base e se avete la possibilità di scegliere, è senza dubbio quella da preferire.

La città di Balduq è divertente da esplorare e ricca di segretiLa soundtrack necessitava di una spinta in più
Il combattimento action è praticamente immutato
Frame rate stabile e prestazioni ottime per la versione PC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.