Nell’ultima intervista con 4Gamer, Toshihiro Nagoshi, il creatore della serie Yakuza (Ryu ga Gotoku per gli aficionados) ha parlato di come il gioco si sia tramutato in un RPG.

013

4Gamer: Yakuza: Like a Dragon, introduce un nuovo persionaggio, Ichiban Kasuga, dopo il termine della storia di Kazuma Kiryu in Yakuza 6. Il cambio di genere è avvenuto fin dall’inizio? 

Toshihiro Nagoshi: Non l’abbiamo deciso all’inizio, tuttavia una serie che si evolve per una decade intera ha sicuramente spazio per crescere come gioco action ma può espandersi anche in altri generi.
Lasciare il sistema così com’era ci è sembrato poco opportuno e volevamo qualcosa di completamente nuovo che portasse la serie in una nuova direzione. Con queste idee abbiamo iniziato un processo di trial-and-error e alla fine siamo approdati sul genere RPG.

002

4Gamer: Quindi c’era la possibilità che diventasse qualcosa di completamente diverso da un RPG?

Toshihiro Nagoshi: Si. Avevamo piani anche per una sorta di ibrido action/RPG. Avevamo pensato anche a qualcosa action ma al di fuori degli schemi. Tuttavia, alla fine creare qualcosa di troppo stravagante avrebbe alienato alcuni giocatori. I fan della serie Yakuza non sono tutti gamer appassionati.
Per esempio, sono sicuro che avremmo potuto creare un gioco action estremamente difficile ma ciò avrebbe creato poca armonia con la volontà di raccontare una storia.

001

4Gamer: Quindi renderlo un RPG rientra perfettamente nelle intenzioni di trama.

Toshihiro Nagoshi: RPG è uno stile, riesce a sposarsi bene con temi e storie differenti. Ci siamo anche chiesti fin dove potevamo spingerci con battute e caricature. Abbiamo anche considerato risposte negative da parte dei fan più appassionati ma alla fine abbiamo comunque optato per essere coraggiosi e correre il rischio.

Yakuza: Like a Dragon uscirà in Giappone domani, 16 gennaio. Il gioco arriverà anche in occidente durante il 2020 anche se non abbiamo informazioni più dettagliate sulla data.

Fonte: 4Gamer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.