Oggi diamo uno sguardo all’ultimo DLC di Moving Out di Team17, con la recensione di Movers in Paradise, un aggiornamento che porta ben 24 nuovi livelli e 4 nuovi strampalati personaggi con cui traslocare!

Provato su Nintendo Switch


Una delle sleeper hit dello scorso anno, Moving Out è una delle ultime fatiche di DEVM Games e SMG Studio. Come abbiamo avuto modo vedere nella nostra recensione del titolo base, in questo gioco si viene messi nei panni di una buffa compagnia di traslochi che si trova nelle più disparate situazioni, dove spostare pacchi diventa una frenetica azione arcade con fino a quattro giocatori offline su schermo che si sfidano a chi arriva al punteggio più alto e completa le sfide secondarie.

Le novità tropicali in Movers in Paradise

Oltre alle già menzionate quantità dal punto di vista quantitativo, e cioè i nuovi 14 livelli della storia, i 10 livelli arcade, e i nuovi 4 personaggi selezionabili, questo DLC Movers in Paradise porta in Moving Out ben tre nuove meccaniche per dare nuovo pepe a quanto già visto in precedenza.

I livelli ora presentano delle scale, che vanno posizionate correttamente nel livello per muoversi in aree più complesse: sulla carta nulla di particolarmente difficile, ma quando il tempo scorre e più giocatori si strattonano per la vittoria, il caos che si crea non è da sottovalutare.
Ancor più pericolose sono le nuove pedane mobili, delle piattaforme fatte un po’ per far cadere i giocatori più maldestri. Attenzione quindi, l’effetto Fall Guys è dietro l’angolo! Chi ha lanciato un paio di controller alla parete, cadendo dalle piattaforme immobili… forse deve comprarne di nuovi?

A concludere la cosa appaiono dei nuovi beniamini, i granchi. Numerosi animali fanno da compagnia o sono d’intralcio durante l’avventura principale, ma i granchi ora la fanno da padroni. Certo, questi crostacei, a differenza di cani, galli, o tartarughe, si prenderanno la briga di svuotare il camion dei giocatori e rendere ben più difficoltoso il carico del materiale.

Il gioco si presenta ovviamente nella sua forma già vista in Moving Out base, ma il DLC Movers in Paradise porta con sé un nuovo stile tutto tropicale: la colonna sonora nuova e fresca si distanzia non poco da quanto sentito in precedenza. Il tema isolano e caraibico, misto all’atmosfera dichiaratamente goffa e scanzonata, si sposa splendidamente con la premessa e delle partite brevi fatte in compagnia con leggerezza.

Certo, la mancanza ancora oggi di una qualsiasi modalità multiplayer online si fa sentire, ma immaginiamo la difficoltà di progettare un’infrastruttura complessa per un party game di entità relativamente più modesta.

A chi consigliamo Moving out DLC Movers in Paradise?

L’ultima aggiunta di Moving Out. Movers in Paradise costa solo € 7,49, e a differenza di tanti altri DLC che girano di questi tempi, non si ferma alla quantità. Tramite le nuove meccaniche, la nuova presentazione e soprattutto la musica, aumenta di molto la godibilità di un titolo che, pur senza reinventare la ruota, risulta tra i party game più godibili degli ultimi tempi, soprattutto se si è in buona compagnia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.