Super UFO Fighter, sviluppato da VV-LABO e distribuito da Phoenixx Inc. per la piattaforma Steam (PC) ed eShop su Nintendo Switch, è un piccolo progetto che punta alla competitività tra utenti, incentrato così com’è sul PvP. L’idea di sviluppare un titolo che strizzi l’occhio alla scena eSport, o meglio, ne faccia il suo punto cardine, non è una novità negli ultimi tempi, ma riuscirà questo prodotto, nello specifico, a far breccia nei cuori dei competitivi di tutto il mondo? Purtroppo, abbiamo seri dubbi in merito.

Provato su PC

switch
single playercoop multiplayeronline playbreve fast

Lotte tra UFO

Super UFO Fighter è costituito fondamentalmente da scontri tra utenti, che questi avvengano in locale oppure online, resta comunque il fatto che per poterlo giocare in modo soddisfacente è necessario un avversario. Il concetto di base è giusto e sacrosanto, lungi da me l’idea di criticare la visione di uno sviluppatore, tuttavia non stiamo parlando in questo caso di un prodotto multipiattafoma, gratuito e con una base di utenza già consolidata che lo aspetta con una certa trepidazione.

Cosa significa di preciso? In soldoni (in tutti i sensi) che è necessario investire una piccola somma (inferiore comunque ai 10 euro) per l’acquisto del gioco, sperando che vi sia una base d’utenza soddisfacente per poter giocare online (o, al limite, giocare in locale con amici e familiari).

Il titolo ha, per dovere di cronaca, una piccola modalità storia, completabile nel giro di un paio d’ore e quindi non particolarmente longeva. Questa sembra sia costruita per aiutare il giocatore a familiarizzare con lo strano cast del gioco, una bizzarra serie di personaggetti coloratissimi, ognuno alla guida di navicelle UFO con dei propri poteri speciali. Forse, a questo punto, ho rimandato fin troppo: vediamo in dettaglio il gameplay.

Segna quel punto!

Dunque, ogni partita vede due UFO scontrarsi in una singolare tenzone: è necessario trascinare un oggetto con il proprio raggio traente e lasciarlo cadere nella propria area specifica (che si trova in basso a sinistra o in basso a destra, a seconda del giocatore). Durante la partita cadono nella sezione centrale diverse sfere che ricordano le palline gacha (quelle dei distributori da 1 euro con la sorpresa insomma). Gli UFO devono attaccare con il tasto preposto le palline e far fuoriuscire tutti gli oggetti al loro interno.

Quello per ottenere il punto (il primo che arriva a tre vince) è indicato in alto, tutti gli altri invece, se fatti cadere nella propria area, innalzano una barriera nei pressi dell’area avversaria, in modo da rendere più difficile il tentativo di portare a casa la partita da parte dell’UFO nemico. Questa barriera scende col tempo, quindi è importante continuare a lanciare oggetti nella propria area in attesa di quello che permette di vincere un round.

Il pulsante d’attacco summenzionato non serve solo a distruggere le palline, ma anche a fermare per qualche secondo l’avversario. Ogni UFO ha un suo attacco specifico, alcuni più difficili da portare a segno (ma che rendono inattivo l’avversario per un periodo più lungo) mentre altri molto più semplici.

UFO Super coloratissimo

Un gameplay così semplice e veloce deve essere abbinato a uno stile visivo altrettanto sbarazzino e, fortunatamente, sembra proprio questo il caso. Ogni personaggio di Super UFO Fighter è accattivante, unico e ben distinguibile dagli altri.

Non ci sarà mai un momento a schermo in cui vi confonderete con l’UFO dell’avversario poiché sono davvero unici. Lo stile artistico scelto ricorda molto quello di Wario Ware di Nintendo ed è chiaramente quella l’ispirazione, tanto da far sembrare Super UFO Fighter un minigioco proveniente da quell’universo. Il problema, però, è che resta appunto un minigioco, un passatempo mordi e fuggi che non sembra adatto al grande pubblico e potrebbe difficilmente trovare la sua strada in un panorama multiplayer online così affollato come quello odierno.

A chi consigliamo Super UFO Fighter?

Se riuscite a convincere uno o più amici a investire in Super UFO Fighter per giocare all’interno della vostra cerchia, non vi pentirete dell’acquisto dal momento che è un titolo molto divertente, colorato e, se giocato con persone che conoscete, può dare il meglio di sé. Se invece siete dei solitari che vogliono scontrarsi con avversari online, potrebbe non essere il gioco più adatto al caso, dal momento che in fase di recensione non abbiamo trovato un singolo giocatore nelle diverse regioni disponibili per poter testare le funzionalità online: un vero peccato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.