Un gioco estremamente popolare come Apex Legends, che conta a oggi oltre 50 milioni di giocatori, non può non essere infestato anche da furbetti che cercano di aggirare il sistema.
Respawn Entertainment ha identificato e bannato ben 355.000 cheaters provenienti dalla piattaforma PC che usufruivano di strumenti third party per ottenere dei vantaggi in combattimento.

La software house è al lavoro per arginare il fenomeno, espandendo il team anti-cheat e aggiungendo notifiche dirette qualora vi sia un’attività sospetta.
Uno dei provvedimenti è quello di evitare l’implementazione della possibilità di riconnettersi a un match qualora la connessione cada improvvisamente per motivi poco chiari. Si tratta infatti di un exploit facilmente abusabile e difficile da blindare. Secondo i portavoce della compagnia ci vorrebbero troppe risorse per rendere efficace il sistema, risorse che è meglio investire nella stabilità del prodotto.

Tra gli exploit più utilizzati vi è lo spam durante la selezione del personaggio o il drop disconnettendosi immediatamente dopo.
Avete avuto esperienze del genere? Vi è capitato di incontrare dei cheaters?Fatecelo sapere nei commenti!

Fonte: Gameinformer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.