In questi giorni si sta svolgendo a Fukuoka, in Giappone, il corrispondente nipponico del torneo di giochi di lotta Evolution. Giocatori da tutto il mondo si riuniscono per celebrare la FGC (Fighting Game Community) e sfidarsi per vincere grossi premi ai più noti giochi di lotta della comunità.
E fin qui, tutto bene. È più che consueto che gli sviluppatori dei giochi di lotta approfittino di queste vetrine per mostrare teaser, anteprime, fare grossi reveal e nuovi trailer per i loro giochi. Dead or Alive 6, di prossima uscita, ha colto l’occasione per mettersi in mostra e promuovere il gioco in anteprima in stream mondiale. Ed ecco che qui le cose sono andate quasi immediatamente male. Nel link trovate il video incriminato del primo spezzone.

https://clips.twitch.tv/SuaveJollyHorsePartyTime

Lo stream è pressoché iniziato con la modalità fotografica che mostra che alcune mosse, come il pile driver di Bass, da certe angolazioni sembra mimare una chiara pratica sessuale. Avvertiamo che la cosa è NSFW.

La cosa è controversa per una serie di motivi. Intanto fa strano, e fa un po’ rabbrividire, come un nutrito gruppo di adulti possa emozionarsi e schiamazzare in quel modo per una scena del genere, un po’ come quando un argomento anche relativamente sessuale usciva fuori alle medie e si scatenava un’incredibile, esplosiva carica comica che davvero non aveva motivo di esistere. Il video si sofferma tanto, decisamente troppo, su questi dettagli, e la situazione si fa imbarazzante in tempi quasi record. Lo stream ha continuato su quella linea, tanto da motivare un fermo allo stream fino alla fine della finestra promozionale.

La cosa è continuata su quella linea, con le presentatrici giocando a sculacciarsi e urlacchiare tutto il tempo, cercando di mettere in ingestibile evidenza l’elemento sessuale della situazione, giocandoci deliberatamente.
Il che è già degno di copiose rotazioni d’occhi, per l’immaturità e quanto fuori luogo tutto fosse. Se poi ricordate anche le dichiarazioni che la KoeiTecmo fece quando annunciò DoA6, la cosa suona semplicemente stupida. In un intervista su GameInformer, il direttore Shimbori, riguardo l’estrema sessualizzazione dei personaggi femminili disse:

“Sicuramente la limiteremo un po’, ma per quanto riguarda i DLC vedremo cosa i giocatori vogliono davvero, quale sarà la loro reazione. Non tutti i giocatori vogliono le stesse cose, ma vogliamo conoscere le opinioni di tutti, avere un feedback. Detto queto, in Dead or Alive 5: Last Round, abbiamo messo la sessualità al primo posto e abbiamo usato il soft engine [nota: il motore usato per il rimbalzo del seno e del sedere delle ragazze] per farlo. E ora ci stiamo riflettendo… forse abbiamo esagerato un po’. Certo avremo ancora un po’ di rimbalzo e di movimento, ma in generale lo limiteremo sicuramente.”

Questa dichiarazione venne fatta insieme al primo teaser che mostrava i primi personaggi femminili stranamente coperti, con costumi più adatti a combattere che battere, ed era finalmente un passo avanti apprezzabile.

Uno dei direttori dell’evento, Joey Cuellar, conosciuto come Mr Wizard, si è scusato pubblicamente in un tweet successivamente cancellato.

“La promozione di DoA che è andata in onda sul nostro stream non riflette i valori di base dell’EVO o della FGC. Abbiamo terminato lo stream temporaneamente per proteggere l’integrità del nostro brand. Ci scusiamo sentitamente ai nostri fan.”

Come potete immaginare, il pubblico si è diviso in due fazioni opposte, chi vuole che le cose vengano finalmente presentate per quello che sono, per il valore che hanno, con un tono consono all’ambiente e al tipo di attività— e chi ha urlato e lamentato ingiustificata censura, bavaglio sulla bocca della libera espressione.

Voi a questo punto, cosa pensate? Era quello il modo di presentare il nuovo videogioco di lotta di punta della KoeiTecmo? Discutiamone insieme!

Fonte: vg247

2 Comments »

  1. Quelli che hanno detto “ok” alle pubblicità di Dead Or Alive non hanno nemmeno controllato di che gioco si trattasse, secondo me, lol

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.