Sega, dopo l’annuncio dell’arresto di Pierre Taki, doppiatore del personaggio Kyohei Hamura nel nuovo titolo per console Playstation 4, Judgement, è riuscita a sostituire in sole due settimane tutti i modelli di Hamura dal gioco.

In una intervista di IGN, il capo dei Ryu ga Gotoku Studio, Toshihiro Nagoshi, ha annunciato che il nuovo personaggio introdotto al posto di Kyohei Hamura è un modello originale e non avrà le sembianze di alcun attore. Il procedimento è stato meticoloso e ha visto la sostituzione del personaggio in tutte le scene in cui è apparso con la cancellazione di tutti i dialoghi registrati. Rimpiazzare il modello però è stato solo l’inizio perché Hamura compare anche in immagini presenti sullo smartphone del protagonista, anche quelle texture dunque dovevano essere cambiate insieme ad alcuni trofei.

Nagoshi ha parlato della sera in cui è venuto a conoscenza dell’arresto di Taki, e sostiene di essere stato bombardato di e-mail e chiamate, arrivando a dover prendere delle decisioni rapide. In un’ora si è giunti alla decisione di sostituire in toto il personaggio calcolando anche un budget sostenibile per la compagnia.
Una delle opzioni era lasciare tutto così com’era ma avrebbe potenzialmente avuto dei risvolti negativi soprattutto perché il gioco era da poco sul mercato giapponese e non era ancora arrivato in occidente, richiedendo quindi un approccio più attento.

Ricordiamo che la Disney ha bloccato anche le vendite del film Frozen, dove Pierre Taki doppiava il pupazzo di neve Olaf per il mercato giapponese, spingendo anche Square Enix a sostituire la voce del performer in Kingdom Hearts III.

Quando Nagoshi è stato interrogato sulla possibilità di non usare più celebrità per i giochi del Ryu ga Gotoku Studio si è rivelato invece determinato a continuare la pratica dal momento che durante gli anni hanno collaborato con diversi nomi importanti, tra cui anche il celebre Takeshi “Beat” Kitano, senza problemi di sorta.

Judgement è in uscita come esclusiva per console Playstation 4 il prossimo 25 giugno. Preordinando il titolo in formato digitale sarà possibile accedervi a partire invece dal 21 giugno.

Fonte: IGN

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.