Ricordate i simpatici quanto imbarazzanti individui che popolavano le strade di Shibuya con go-kart travestiti da popolari personaggi dei franchise Nintendo? Se non avete visitato Tokyo probabilmente il nome MariCar non vi dirà granché, si tratta di una compagnia che offriva giri di una o due ore per le strade di Tokyo alla guida di un go-kart personale. In aggiunta, era possibile anche noleggiare un costume di un personaggio tra quelli disponibili per dare un tocco più trash al tutto.

Quegli individui che offrivano l’opportunità ai gaijin (termine offensivo per indicare i gaikokujin, stranieri in lingua giapponese) di vivere una gara di Mario Kart per le strade della capitale nipponica saranno ora costretti a pagare 50 milioni di yen a Nintendo, con conseguente cessazione di ogni attività.

La causa era pendente dal 2017 e tre anni dopo Nintendo ha avuto giustizia, MariCar non potrà più utilizzare personaggi come Mario, Luigi, Peach e compagnia cantante. Che la causa sia stata iniziata in previsione del lancio del parco a tema Super Nintendo World che aprirà i battenti il 4 febbraio 2021? Non è da escludere se consideriamo che agli Universal Studios Japan sarà disponibile un’attrazione a tema Mario Kart.

Fonte: Siliconera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.