Molti utenti se lo stanno chiedendo ancora oggi, tanti altri agitano i pugni sostenendo che la VERA esperienza Final Fantasy VII non può e non deve essere divisa in vari capitoli -affermazione che, sinceramente, non ha alcun valore scientifico-.

Dunque, per quale motivo Final Fantasy VII Remake ha un formato episodico? La risposta arriva da un’intervista condotta sul sito ufficiale di Square Enix, dove il producer Yoshinori Kitase afferma che:

All’inizio del progetto avevamo due direzioni davanti a noi. La prima era quella che ci portava a realizzare un progetto con il più alto livello di dettaglio grafico senza rimuovere i punti cruciali del gioco, espandendolo anzi per creare qualcosa di più immersivo.

La seconda opzione era quella di inserire tutto il gioco in una sola release ma sacrificando in parte la qualità grafica e tagliare aree e zone meno importanti.

Per far sì che il gioco uscisse in un solo episodi saremmo stati costretti a fare una sorta di “riassunto” di Final Fantasy VII, cosa che i fan probabilmente avrebbero mal tollerato.
Alla fine, abbiamo deciso che l’unica cosa possibile da fare era optare per la più alta fedeltà, con un dettaglio grafico elevato.

Ciò ci ha permesso anche di espandere alcune zone e renderle più dettagliate, a partire da Midgar, vera e propria icona che identifica Final Fantasy VII.

Questi sono i motivi che hanno spinto il team a optare per il rilascio episodico. Cosa ne pensate? Dal nostro punto di vista, a meno che non fossero allungati a dismisura i tempi di produzione, era l’unica scelta possibile.
Fateci sapere se siete d’accordo nei commenti e ricordate di dare un’occhiata alla miriade di nostri articoli pubblicati in merito a Final Fantasy VII Remake che, ricordiamo, arriverà il 10 aprile in esclusiva per Playstation 4.

 

Fonte: Square Enix

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.