L’evento tanto atteso dai videogiocatori di tutto il mondo è stato ufficialmente cancellato dall’ESA a causa di crescente preoccupazione per il coronavirus.
Una decisione sicuramente sofferta ma necessaria per evitare l’ulteriore diffondersi dell’epidemia.

L’annuncio ufficiale parla dell’importanza di tenere al sicuro non solo gli sviluppatori, publisher e staff dell’evento ma anche tutti gli eventuali fan che si sarebbero riversati a Los Angeles.

Non è tutto perduto, però, dal momento che lo staff si sta impegnando per far sì che l’evento abbia luogo ma in una forma differente: completamente online tramite coordinazione di annunci, trailer e tutto ciò che caratterizza da sempre l’E3.

La decisione non poteva arrivare in un momento più difficile, con l’E3 già messo in disparte negli anni precedenti con l’abbandono di Sony dal palco principale e una riduzione significativa dell’affluenza. Che sia il chiodo che sigillerà per sempre il feretro dell’E3?

Certamente il modo di presentare le novità delle singole aziende è cambiato nel tempo, non ci sono più gli showfloor con grandi esibizioni e installazioni com’era possibile vedere anni fa e già la pionieristica Nintendo aveva intravisto le maggiori possibilità dei “direct”, brevi segmenti che gli utenti potessero visualizzare da qualsiasi angolo del pianeta per ricevere “direttamente” le news in casa propria.

Un format che, come abbiamo visto, ha adottato recentemente anche Sony e probabilmente molti altri seguiranno a ruota, spinti proprio da questa epidemia che costringe a limitare le interazioni umane.

Non possiamo far altro che attendere maggiori informazioni in merito e sperare che l’E3, in un modo o nell’altro, sopravviva e che il 2021 possa essere l’anno della rinascita dell’evento.

 

Fonte: E3Expo 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.