In realtà la sessualità è stata sempre affare intimo di ogni individuo, pertanto annunci del genere lasciano sempre un po’ il tempo che trovano. Tuttavia, affinché la comunità LGBTQ abbia dei personaggi in cui identificarsi quando si dedicano a passatempi come i videogiochi, è giusto che vengano presentati in modo congruo al pubblico, senza lasciare cose in sospeso come background poco esplicativi per salvare capra e cavoli o attendere anni dall’uscita del gioco per confermare teorie e speculazioni dei fan (Overwatch anyone?)

In Apex Legend troviamo dunque Gibraltar, nel cui bio possiamo leggere:

Ha iniziato a comprendere l’importanza di proteggere gli altri quando lui e il suo ragazzo rubarono la moto del padre e, durante il loro giro, restarono intrappolati in una letale frana.

L’altro personaggio è invece Bloodhound, il cui genere è definito come “Non-binary” e di cui si sa in realtà ben poco a parte il suo interesse per la caccia.

Fonte: Dexerto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.