In un ultimo aggiornamento del blog Xbox Wire, luogo prescelto per la comunicazione di dettagli importanti riguardanti il mondo console Microsoft, apprendiamo alcune novità riguardo la console Xbox Series X che dovrebbe arrivare sul mercato alla fine del 2020.

In confronto alla generazione attuale, Xbox Series X avrà un bilanciamento migliore tra potenza e velocità, spingendo sul pedale delle migliorie tecnologiche per rendere disponibili mondi dinamici e ricchi di vita, minimizzando tutti quegli aspetti che possono ridurre l’immersione del giocatore. Queste dichiarazioni in cosa si traducono precisamente? Ecco alcuni bullet point interessanti:

  • Processore di nuova generazione: Xbox Series X è, naturalmente, la console più potente creata da Microsoft e presenterà un processore custom AMD Zen 2 con architettura RDNA2, in grado di offrire una potenza quattro volte superiore a quella di Xbox One. Con 12 teraflops di GPU, il doppio di XBox One X e otto volte quelli di Xbox One, Xbox Series X punta a fare un salto generazionale con migliore framerate ed esperienze più sofisticate.
  • Variable Rate Shading (VRS): Lo shading variabile non costringe la GPU a fare un ciclo uniforme per ogni pixel sullo schermo ma può dare la priorità a personaggi e oggetti specifici, offrendo dunque un framerate più stabile e risoluzioni elevate senza avere un impatto sulla qualità finale dell’immagine.
  • DirectX Raytracing: L’hardware potenziato dalle DirectX Raytracing, una novità in ambito console, renderà i mondi di gioco più realistici e dinamici. Condizioni di luce simili alla realtà con riflessi specifici man mano che si esplora il gioco.

Cos’altro apporterà Xbox Series X? Quando si sono posti questa domanda, gli sviluppatori della divisione Xbox hanno pensato a una bassa latenza, minori tempi d’attesa, tutto ottenibile grazie a:

  • SSD: Solid State Drive per tempi di caricamento ridotti all’osso.
  • Quick Resume: Una opzione che consente di continuare diversi giochi da uno stato di sospensione temporaneo, permettendo di ritornare immediatamente al punto in cui avevate interrotto, senza alcun tipo di attesa o caricamento.
  • Dynamic Latency Input: Al momento è in corso l’ottimizzazione della comunicazione tra Xbox Wireless Controller e la console, per sincronizzare l’input con ciò che si vede a schermo in modo immediato.
  • Supporto a 120 FPS
  • HDMI 2.1: Per migliorare il refresh rate e auto low latency mode, tutto per ridurre lag e tearing che possono rovinare l’esperienza per alcuni.

Xbox Series X punta quindi a essere una vera e propria macchina definitiva, per alzare ancora di più l’asticella e mantenendo una piena compatibilità con giochi Xbox One, Xbox 360 e Xbox, in modo da non perdersi assolutamente nulla del catalogo Microsoft. La console war sta per riaccendersi a breve e voi cosa ne pensate della macchina in cantiere?
Fatecelo sapere, come sempre, nei commenti!

Fonte: Xbox Wire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.