Scrap Rush!! potrebbe essere definito come un maze brawler con intento puramente arcade tuttavia facciamo sicuramente prima a chiamarlo Bomberman-like e ci capiamo tutti subito. Prodotto dalla software house giapponese Acquire, il titolo è disponibile per Nintendo Switch (in formato digitale su eShop) e PC/Steam.

Provato su Nintendo Switch

ProContro
+ Molto divertente in co-op/multi locale– Poche modalità single-player
+ Aspetto strategico marcato– Non ha multiplayer online

ROBOT NETTURBINI

Raccogliere immondizia può non essere un’attività simpatica, ma tutti concordiamo sul fatto che qualcuno deve pur farla. In Scrap Rush!! il vostro obiettivo è quello di raccogliere quanto più materiale metallico di scarto possibile, organizzarlo in dei bei blocchi ben costruiti, e poi spedirli in faccia ai vostri nemici cercando di schiacciarli come dei topi in trappola contro le pareti dello stage. Un’attività senz’altro crudele che ha però una giustificazione! Ve lo assicuro! I vostri amici robot sono stati infettati da un materiale oscuro che li ha resi malvagi e voi volete semplicemente spaccarli come dei cocomeri per tirare fuori la vite oscura che li ha corrotti, gli amici sono importanti e non vanno trascurati!

Scrap Rush!! ha un character design che non possiamo non definire delizioso ma è palesemente un giochetto dalle poche pretese, basti pensare che è costituito da tre semplici modalità: una chiamata Challenge, la modalità Battle e una dall’onomatopeico titolo Scrush!!. La prima, Challenge, non è altro che una modalità storia, affrontabile in due difficoltà diverse, Normal e Hard con rispettivamente tre e un continue a disposizione. La modalità Normal, l’unica che sono riuscito a completare più di una volta, è costituita da 9 stage random e una boss fight. Gli stage possono essere suddivisi a loro volta in tre gruppi principali: deathmatch, dove dovrete schiacciare i nemici prima che questi distruggano voi; accumulo punti, dove lo scopo è quello di accumulare più residui metallici dei nemici; infine, una variante dell’accumulo punti, con una piattaforma dove recarsi per “depositare” i metalli acquisiti e allo stesso tempo evitare che i nemici vengono a rubarli sostando sulla vostra piattaforma.

La modalità Challenge si rivela sempre diversa e questo permette di non annoiarsi eccessivamente, tuttavia, dopo tre o quattro volte che l’avrete ripetuta vorrete sinceramente passare ad altro. Ecco quindi che il gioco inizia a mostrare dei cedimenti strutturali per mancanza di varietà in single player.

La modalità Scrush!! non è altro che un loop infinito di nemici da sconfiggere, con ondate su ondate da tenere a bada fino a che non schiatterete inevitabilmente per la presenza di troppa roba a schermo. L’unico scopo della modalità è quello di accumulare più punti e cercare di battere il proprio record, classico approccio da gioco arcade.

Infine, la modalità Battle è il cuore pulsante del gioco, quella che vi ritroverete a utilizzare di più se avete degli amici con cui giocare. Possono sfidarsi nell’arena fino a un massimo di quattro giocatori diversi e, cosa quantomeno simpatica, tutti i metalli accumulati nelle altre modalità potranno essere spese in uno “Shop” in-game dove potrete acquistare colori differenti per il vostro personaggio, blocchi di metallo con proprietà diverse e pannelli che rendono l’area di gioco più complessa da navigare come pannelli stordenti, pannelli che vi rallentano, pannelli teletrasporto o anche che vi dimezzano i metalli acquisiti.

Il gioco ricorda in parte il classico Bomberman, un titolo che personalmente non ho mai apprezzato più di tanto perché se giocato da soli intristisce e vi rende miserabili, acquisendo un valore solo quando si ha modo di far sì che a esplodere siano i vostri amici veri e non quelli virtuali. Anche in questo caso la visione dell’arena è aerea, per permettere a tutti i partecipanti di vedere cosa accade nello stage e organizzare la propria strategia anche in base ai movimenti degli avversari.

I tasti a disposizione sono tre, uno per spingere i blocchi di un solo spazio, uno per caricare la spinta e far sì che il blocco arrivi più lontano e infine uno per creare i propri blocchi da spingere. Lo stage solitamente presenta già dei blocchi di metallo da poter utilizzare e di nuovi ne arrivano continuamente rischiando di schiacciarvi, se questi non dovessero bastarvi, però, potrete crearne di vostri rinunciando a parte dei metalli acquisiti. L’aspetto strategico è notevole perché acquistando nello Shop del gioco diverse tipologie di blocchi, ogni giocatore potrà, all’inizio della partita, scegliere il tipo di blocco di cui munirsi. Esistono per esempio quelli che riducono il costo da 50 metalli a 10, permettendovi di generarne una gran quantità in breve tempo, oppure quelli che possono essere spinti unicamente dal vostro robot, rappresentando degli ostacoli più difficili da superare per i nemici.

A chi consigliamo Scrap Rush!!?

Il gioco dovrebbe essere acquistato solo da chi ha almeno un’altra persona con cui giocare. Il titolo si rivela ripetitivo e noioso in single player dopo circa un paio d’ore e potrebbe stancare chi non ha familiarità con il concetto di “arcade”, dove si gioca semplicemente per il gusto di raggiungere un punteggio elevato o per staccare la spina per una mezz’ora. Se avete sempre la casa piena di amici, però, il titolo potrebbe rivelarsi un’aggiunta preziosa per la vostra console Nintendo Switch poiché si tratta di un’esperienza multiplayer appagante, che vi metterà l’uno contro l’altro e, dopo esservi “schiacciati” virtualmente, potrete, volendo, pestarvi realmente per capire chi ha diritto alla rivincita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.