Il 26 febbario (oggi o ieri, in base alla vostra geolocalizzazione) Dragon Ball FighterZ è stato aggiornato alla terza stagione, nuova interfaccia, nuove mosse, nuovi cambiamenti di bilanciamento e molto altro.

Entrare ora nel merito di tutti i cambiamenti e tutte le novità richiederebbe ore e ore di chiacchiere e prove, ma qui ci soffermeremo sulle 6 novità universali più importanti da tenere a mente una volta ripreso in mano il controller.

1 – Limit Break

Quando si rimane con un solo personaggio, il poveraccio entrerà in campo in limit break, uno stato alterato che porta due miglioramenti principali: un aumento dei danni di circa il 20%, e una riduzione maggiore dell’energia recuperabile del nemico. In altre parole? Più danni e maggiore possibilità di abbattere un nemico prima che si riprenda. Inoltre, sì, il bonus si somma allo Sparking Blast!

2 – Tick Throw

L’impeto del drago, il dragon rush, è il modo in cui DBFZ ha reinterpretato le prese degli altri giochi di lotta. Ora, una tick throw è una presa fatta appena dopo un attacco normale che ti lascia, parato o meno, alla distanza giusta per prendere l’avversario. Per forza di cose questo non è mai stato possibile fino a ora, ma voilà, da oggi un attacco base (5L, o attacco debole in piedi) può essere cancellato nel dragon rush. Questo cosa comporta? Un cambio importante nella strategia di gioco con l’aumento delle possibili azioni a cui reagire!

3 – Le Fuzzy sono scomparse

Come abbiamo discusso nel nostro articolo prima dell’arrivo della terza stagione, le fuzzy sono davvero scomparse. L’hitbox degli attacchi durante l’animazione in salita non ci sono più, e così sono scomparsi anche gli instant overhead, gli attacchi sopra la testa che colpiscono non appena si inizia un salto, quello che finora è stata la maledizione dei personaggi di taglia grande. Al momento pare siano completamente scomparse senza possibilità di riattivarle.

4 – Snap Loop cambiati

Come avevamo accennato sempre nell’articolo della volta scorsa, è confermato che il tempo di entrata in campo del personaggio è stato ridotto di molto. Questo elimina intanto tutto il meta sullo snapback, e cioè la continua pressione che si poteva fare sull’avversario dopo averlo obbligato a cambiare personaggio, ma si arricchisce di una nuova opzione. Dato che all’angolo dello schermo molto è rimasto invariato, tenendo premuta la direzione indietro quando si entra in battaglia, si può rientrare col tempismo originale. Probabilmente a breve comparirà un nuovo meta che si adatterà al nuovo tempismo, ma è ancora inesplorato al momento.

5 – Le mosse EX costano metà barra

Hallelujah. Avrete notato che la barra in basso ora ha un segno nel centro, dividendola a metà. Il motivo è semplice: le mosse EX, cioè quelle potenziate dal consumo della barra, attivate col tasto forte (H), ora costano solo metà barra. L’idea che una super costasse come una mossa ex è sempre stato qualcosa di largamente discutibile, ma alcuni personaggi in particolare che hanno ex particolarmente utili ora avranno un bel motivo per usarle!

6 – Tutti i personaggi hanno 3 assist

Questo lo sapevamo già, ma in particolare il terzo assist, detto golden, è quello più interessante: in genere si tratta di una serie di attacchi che rincorrono il nemico e aprono nuove possibilità di riprendere o estendere combo senza sprecare la barra. Il costo per questo bonus è una maggiore lentezza nella riattivazione, ma le possibilità sembrano quasi infinite.

Poi, Crilin con una kamehameha come assit? Sarà la stagione di Crilin?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.