La chiusura di Telltale Games, studio di produzione conosciuto per la realizzazione di tie-in di serie di successo come The Walking Dead e Game of Thrones, senza dimenticare l’ottimo The Wolf Among Us, è stato un fulmine a ciel sereno che ha colpito profondamente videogiocatori e sviluppatori.

Alcuni impiegati Telltale hanno poi deciso di aprire un proprio studio di produzione ma la maggior parte è stata invitata a lasciare entro 30 minuti l’edificio in cui stavano ancora lavorando, decretando così la completa fine di Telltale Games.

Per fare luce sulla questione e capire come si è arrivati a questo punto di rottura, Noclip ha realizzato un documentario di 50 minuti chiamato “Telltale: The Human Stories behind the games”. Il regista Danny O’Dwyer ha quindi contattato ex-membri della software house affinché potessero condividere la loro esperienza e fornire un’immagine completa di quanto accaduto.

A rispondere all’appello sono stati quattro dipendenti: Kent Muddle, Caroline Liddick, Paul Mastroianni ed Emily Grace Buck.
Il problema principale che traspare è dato dalla direzione che aveva un controllo opprimente sulla produzione, spingendo i dipendenti a fare qualcosa sebbene non ritenessero fosse la cosa più giusta.
Il carico di lavoro, inoltre, sembra fosse massacrante raggiungendo fino a 90 ore la settimana.

L’ultimo episodio di The Walking Dead: Final Season, è stato pubblicato lo scorso marzo in seguito all’aiuto di Skybound Studios, per poter offrire ai videogiocatori un arco narrativo conclusivo degno di questo nome.

 

Fonte: Twinfinite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.