Non piacerebbe anche a voi diventare giudici di un programma culinario? Così potreste provare un singolo maccherone mal impiattato, redarguire il disperato concorrente con fare supponente e poi buttare il cibo, in barba a tutta la gente che nel mondo schiatta di fame.
Purtroppo o per fortuna non esiste ancora un Cracco Simulator, ma se volete cimentarvi nella cucina virtuale e possedete una puccettosa console Nintendo Switch potrete sempre provare Overcooked – All You Can Eat… ma prima leggete la nostra recensione, o volete che muoro?

Provato su Nintendo Switch


Can I Vacciuolo?

Secondo Chef Gusteau, tutti possono cucinare, anche i topi di fogna. Ebbene Overcooked: All You Can Eat è qui per dimostrare il contrario: per cucinare dovrete avere dei riflessi fulminei per superare tranelli e trappole di ogni tipo, rispettare la giusta sequenza per mischiare gli ingredienti e consegnare gustosi piatti, salvando il Regno delle Cipolle.
Questa versione del fortunatissimo co-op di Ghost Town Games pubblicato da Team 17 include i due titoli principali più tutte le espansioni uscite nel corso degli anni, assicurandovi ore e ore di divertimento.

  • chef overcooked all you can
  • accessibilità in overcooked
  • ghiaccio overcooked

Entrambi i titoli si potranno giocare sia in single player, sia in multiplayer. Nella modalità per i cuochi solitari potrete controllare due simpatici guerrieri dei fornelli, cambiando dall’uno all’altro per poter eseguire diverse azioni. Sebbene sia abbastanza giocabile in singolo, Overcooked: All You Can Eat è stato concepito per un multiplayer locale con almeno un’altra persona, in quanto per poter preparare e servire i piatti avrete un limite di tempo. La comunicazione tra i due giocatori è importantissima, specialmente nei livelli più avanzati dei due titoli. Se già in due persone si rivela molto spassoso, la vera anima party-game dei due titoli risplende quando si gioca in partite a quattro persone, dove si creano spesso situazioni esilaranti.

Ci rendiamo conto ovviamente che durante il lockdown è un po’ difficile riuscire a godersi il titolo a pieno, a meno che non si abiti in casa con altre persone appassionate di videogiochi o quantomeno curiose. La modalità multiplayer online presenta il cross-play tra le varie piattaforme di gioco, ma come spesso succede con questo tipo di titoli, non è sempre facile trovare altri giocatori.

Un buon impiattamento

Le performance su Switch sia in modalità docked sia in modalità portable si mantengono su 30 fps, con qualche leggerissimo calo dovuto ovviamente all’hardware ormai pleistocenico della console Nintendo. Insomma siamo alle solite: una paccona sulla spalla di Cannavacciuolo mentre Barbieri vi guarda come se aveste versato del ketchup sui tortellini della nonna.
La presentazione grafica del titolo diverte con il suo tono scanzonato e demenziale, specialmente nelle skin dei vari cuochi e negli scenari inventivi che metteranno a dura prova le vostre abilità.

  • scenario in overcooked
  • cucina con overcooked
  • fiamme in overcooked

‘edizione All You Can Eat, oltre ai vari DLC che includono nuove cucine e chef, presenta anche una modalità assistita e diverse opzioni per l’accessibilità, sempre molto gradite e che permettono a tutti di divertirsi in questa folle cucina virtuale.
Per imparare le basi del gioco potrete affrontare la Campagna con difficoltà crescente, oppure se siete già navigati potrete affrontare a piacimento qualsiasi livello disponibile.

Il prezzo di un maccheroncino artistico in un piatto gigante

Parlando di ‘convenienza’, Overcooked: All You Can Eat non è proprio un’offerta allettante. Ci troviamo di fronte ad un titolo da 39,99, un prezzo non proprio ottimale, visto che ormai entrambi i titoli sono piuttosto datati. Se a questo ci aggiungete che si tratta di un party-game proposto in un periodo di pandemia, potreste reagire come quando portate una possibile nuova conquista in un ristorante stellato: una volta aperto il menù ecco un finto attacco di agorafobia per battere la ritirata con stile e salvare la faccia.

A chi consigliamo Overcooked: All You Can Eat?

Allo stato attuale delle cose, possiamo consigliarvi l’acquisto del titolo solo se abitate in casa con altre persone e state cercando un bel party game per passare le lunghe giornate di lockdown. Chiaro che se avete già finito e strafinito i due Overcooked, non pensiamo che All You Can Eat possa risultare una proposta allettante, specialmente visto il prezzo abbastanza alto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.