Ah che bei tempi, quelli del DOS, del CD-ROM e di quel mondo fatto di una lentezza assurda, dove durante il primo lancio di un gioco si solevano fare sacrifici di sangue agli Dei per scongiurare i terribili crash per i quali spesso non c’era alcuna soluzione se non quella di buttare il proprio PC nel cesso e tirare lo scarico due volte.

Erano i tempi dove i titoli LucasArts erano il non plus ultra del gaming: grafica colorata in stile cartone animato, doppiaggio eccellente e il classico gameplay punta e clicca con puzzle da risolvere. Gli unici che potevano godere di questo splendore erano i pochi fortunati possessori di un PC, all’epoca strani macchinari di nome 386, 486 e nei casi più rari Pentium.  Nell’ormai lontano 1993 usciva l’ennesima avventura intitolata Sam & Max Hit The Road che vedeva come protagonisti un cane detective e il suo partner, un esagitato coniglio amante della violenza. I personaggi basati sull’omonimo fumetto di Steve Purcell conquistarono il cuore di tutti gli appassionati, grazie a un umorismo demenziale in puro stile Naked Gun (Una Pallottola Spuntata) e a una neanche troppo sottile vena satirica verso i media statunitensi.

I nostri eroi sembravano spariti dalla faccia del gaming, fino a che nel 2006 non sono riapparsi con una nuova veste grafica nelle avventure episodiche della Telltale Games con il titolo Sam & Max: Save The World. Il 2006 non è poi così lontano, o forse sì? Non importa, sta di fatto che gli Skunkape Games hanno sentito un irrefrenabile bisogno di farne il Remaster, disponibile su PC e Nintendo Switch.

Provato su PC

La mia antenna appendiabiti, sono un genio dell’elettronica

I due poliziotti privati parzialmente svestiti tornano per nuove assurde avventure per gli Stati Uniti del cibo spazzatura, delle celebrità fallite e delle assurdità televisive. Prenderemo il controllo dell’arguto cane detective Sam, seguiti ovviamente dal sadico coniglio Max che si offrirà di compiere le azioni più funeste e violente.

Sam & Max Save The World Remaster riesce ad intrattenere prima di tutto per la narrazione assurda e ovviamente per i personaggi incredibili che popolano il bizzarro mondo di gioco. Sono proprio Sam e Max a rubare tutta l’attenzione, con i loro scambi di battute che avvengono ogni qual volta si esamina un oggetto o magari si sceglie una linea di dialogo. Se apprezzate questo tipo di umorismo, più di una volta vi troverete a ridere come degli idioti, anche solo dopo aver cliccato su un cartello stradale. Chiaro che se prendete i videogiochi troppo sul serio e volete storie strappabudella alla The Last of Us 2, allora Sam & Max Save The World potrà solo darvi molto, ma molto fastidio.

Ogni episodio inizierà con la fatidica chiamata del commissario che assegnerà un caso ai nostri due detective. Si tratterà ovviamente di qualcosa di totalmente fuori di testa, come catturare degli ex attori bambini ormai falliti, oppure infiltrarsi in uno studio televisivo diventando delle star di uno show basato su due mandriani che provano ad allevare una vacca in un condominio di New York. Inutile cercare di ricorrere a metodi tradizionali di deduzione e investigazione, in Sam & Max Save The World bisogna abbracciare una sorta di caos razionale, pensando come se si fosse protagonisti di una pellicola comica di Mel Brooks o dei fratelli Zucker.

Dosi gratuite di violenza insensata, sono il mio forte!

Il gioco presenta puzzle vari e sempre ingegnosi che tengono alta l’attenzione, cosa fondamentale per un gioco punta & clicca che prima di tutto deve stuzzicare il cervello con idee nuove e soluzioni sempre diverse. Tenere traccia dell’inventario è importantissimo, così come sperimentare l’uso di diversi oggetti in un determinato ambiente, per vedere cosa succede o magari se Sam o Max ci suggeriscono qualcosa. La soluzione dei puzzle è sempre spassosa, specialmente quando i nostri eroi si trovano in delle situazioni al limite della follia.

Togliamo subito ogni dubbio, Sam and Max: Save The World Remaster è un’avventura grafica a tutti gli effetti, sebbene come tutti i giochi TellTale abbia un sistema ‘alleggerito’ di tutte le possibili interazioni tipiche dei grandi classici. Vi basterà quindi cliccare su un oggetto o un personaggio per interagirvi, senza dover selezionare l’azione da compiere. Questo rende la soluzione dei puzzle molto più immediata e intuitiva, sebbene dovrete comunque piegare il vostro cervello alla totale demenzialità delle situazioni. Difficile quindi rimanere completamente bloccati, in qualche modo i vari personaggi o gli oggetti trovati vi daranno sempre qualche indizio su come risolvere una determinata situazione.

Il gameplay quindi è assolutamente elementare, ogni tanto frammentato da alcune sezioni travestite da ‘action’, come ad esempio quelle degli inseguimenti in macchina, ma che comunque richiedono l’uso della ragione più che dei riflessi. Questo Remaster ha aggiunto il supporto per il gamepad, ma se giocate su PC vi consigliamo comunque di usare mouse e tastiera, per un’esperienza più ‘autentica’.

Vomitagli addosso, piccolino!

Questo Remaster contiene i sei episodi della prima stagione del titolo originale di TellTale Games, selezionabili liberamente dal menù di gioco. Se è la vostra prima volta con i due piedipiatti antropomorfi, vi conviene cominciare dal primo, ma nel caso abbiate già avuto modo di completare Sam & Max: Save The World potrete valutare di rigiocare solo quelli che avete trovato più divertenti. Certo, non sarebbe stato male vedere qualche contenuto extra, ma visto il prezzo abbastanza contenuto del titolo non si può chiedere di più.

La grafica colorata riesce a mantenere anche in 3D lo stile comico e a tratti grottesco del fumetto di Purcell e dell’opera originale di LucasArts. Niente di sorprendente, ma che calza decisamente a pennello con il tipo di gioco in quanto gli oggetti e i personaggi con i quali interagire saranno ben visibili, senza tra l’altro trascurare divertenti dettagli nell’ambientazione.

Il Remaster supporta risoluzioni in 2K e 4K, inoltre il gioco finalmente gira tranquillamente a 60 fps nella versione PC che abbiamo provato. Sono state migliorate notevolmente l’illuminazione, le texture, l’anti-aliasing per un’impatto grafico decisamente più piacevole. Rimane sempre ottimo il doppiaggio che riesce a dare personalità ad ogni personaggio. Un peccato che le voci siano solo in inglese, perché avremmo riascoltato volentieri i Sam e Max italiani. Potrete comunque abilitare i sottotitoli, cosa che vi consigliamo di fare poiché i dialoghi del gioco, nella loro totale assurdità, sono comunque alquanto forbiti.

A chi consigliamo Sam & Max: Save The World Remastered?

Se siete nostalgici delle avventure LucasArts e avete amato Hit The Road, ma vi siete persi i vari episodi di TellTale, allora non potete davvero farvi sfuggire questo Remaster. Vi sbellicherete dal ridere, anche se pensate di essere troppo vecchi per queste stronzate.
Nel caso invece abbiate già giocato ai Sam & Max della Telltale, vi consigliamo di considerare l’acquisto di questo titolo solo se siete dei fan sfegatati dei punta & clicca e non potete fare a meno di rivivere le folli avventure dei nostri due detective. Come accennato nella recensione, se non sopportate i punta & clicca o ritenete che i videogiochi debbano avere trame cinematografiche curate sotto ogni aspetto, allora lasciate perdere perché potreste non solo rimanere delusi, ma anche alquanto seccati.

Umorismo demenziale esilaranteNon per tutti i palati
Un remaster ben fatto ma……pochi contenuti extra
Situazioni e puzzle sempre stuzzicanti
Doppiaggio ottimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.