Game Bakers, gli sviluppatori dietro l’esplosivo boss rush Furi e l’emozionante RPG esplorativo Haven, tornano con un grande aggiornamento gratuito proprio per quest’ultimo, intitolato Couples Update, che implementa la scelta dei protagonisti come coppia omosessuale, di due uomini o due donne.

La rappresentazione e la coppia

È importante tenere a mente che sin dall’inizio Game Bakers aveva intenzione di creare un mondo dove inserire 8 diversi tipi di coppie e situazioni relazionali. L’idea, inizialmente molto ambiziosa, aveva stuzzicato la curiosità di molti giocatori, soprattutto visto il particolare genere in cui si inserisce il titolo.

Haven, di cui potete vedere la nostra recensione della versione originale su PC, mette in scena una situazione non spesso esplorata dai media: la coppia nel suo normale, adulto, maturo decorso. Si dà ampio spazio, c’è chi azzarderebbe anche troppo, alla nascita, agli impedimenti, alle crisi, ai tradimenti e quant’altro delle coppie, ma è raro vedere le normali vicissitudini di un amore al centro di una narrazione.

Questo può sembrare anche triviale, ma ci basta guardarci attorno per notare che, culturalmente parlando, manchiamo di quella rappresentazione sana, funzionale, di quello che può essere un rapporto maturo e adulto in una coppia. Non staremo qui a ribadire a lungo l’importanza della rappresentazione nei media, ma vien da sé che questo titolo occupa una nicchia molto specifica di rado esplorata.

Haven infatti è un RPG esplorativo che segue la storia di una coppia affiatata naufragata su un pianeta sconosciuto. Buona parte del gioco è infatti incentrata sulla libera esplorazione di aree contaminate o abitate da creature ostili, talvolta disseminate di materiali rari necessari per riparare la navicella e ripartire.

Il gancio di questo titolo non è il gameplay in senso stretto: per ammissione di Game Bakers, la difficoltà è impostata intenzionalmente piuttosto in basso, e presenta addirittura una modalità facilitata per chi non vuole dare particolarmente importanza agli scontri. La vera attrattiva si trova quindi nella narrazione, o meglio nelle interazioni spesso banali, introspettive e quotidiane della coppia.

Un piano ambizioso e l’arrivo del Couples Update

Nonostante il piano iniziale, gli sviluppatori realizzarono presto che il progetto era forse un po’ troppo ambizioso per il loro budget, e si sono concentrati così su una singola coppia di protagonisti, Yu e Kay. Il risultato fu comunque buono, ma è chiaro che la riduzione di un progetto, inizialmente a così ampio spettro spettro, a una singola coppia eterosessuale ha completamente un altro impatto, che inficia gravemente sul messaggio, sulle riflessioni, e sulla rappresentazione che avrebbe potuto e dovuto portare.

Una valida critica è proprio il fatto che, al netto della loro ambizione, ha davvero importanza, un’eco, la storia di una bella, funzionale e realistica coppia eterosessuale? Probabilmente sì, ma con tanti asterischi e precisazioni che tendono pericolosamente verso il no. Nell’attuale zeitgeist, no, non ce n’è bisogno.

Ecco qui che con somma sorpresa, proprio a inizio marzo 2022, un aggiornamento gratuito implementa la possibilità di rendere la coppia omosessuale, sia con due uomini sia con due donne. Questa non è poi una semplice mod: ben 80.000 linee di testo sono state doppiate da nuovi attori Ryan Highley e Lexie Ann Kendrick per dare viti alle nuove controparti. Inoltre diverse piccole modifiche nelle interazioni e nel testo vanno a riflettere le situazioni che si vanno creando durante il gioco.

Il lato un po’ sfortunato della storia è che si tratta, almeno a livello estetico, di una sorta di sottile adattamento di genere ai modelli e alle illustrazioni originali, dove un partner viene semplicemente cambiato di genere. Questo purtroppo lascia un po’ a desiderare, e ci fa domandare cosa si sarebbe potuto fare per avere un effetto simile con modelli e illustrazioni completamente nuove.

Al di là di insoddisfazioni tecniche, facciamo un esercizio e poniamo un legittimo quesito. Quanti giochi conoscete, che implementano relazioni LGBT+ come centrali nella loro trama, nel cast principale, e l’essere LGBT+ non è tokenismo e va anche un pochino oltre il superficiale? E aggiungiamo, quanti giochi si sono premurati di aggiungere, gratuitamente per giunta, nuovi modi per vivere un’esperienza mettendo al centro un’esperienza diversa dall’eterosessuale? Fateci sapere nei commenti.

A parte alcuni casi estremamente nuovi e moderni, tra cui il curioso e divertente Boyfriend Dungeon, che abbiamo recensito in maniera piuttosto favorevole su Switch ai tempi, non ce ne vengono in mente poi molti. Il caso è più unico che raro, ed estremamente necessario nel clima videoludico moderno, ancora vastamente chiuso ed eteronormativo.

Ora, al di là di piccoli errori di battitura, abbiamo trovato questo aggiornamento estremamente gradevole e piuttosto emozionante. Quando la rappresentazione nei media ci porta dei modelli positivi, teneri, umani, ci permette di percepire delle realtà che sarebbero per molti nascoste o addirittura inesistenti. Il punto è che le coppie LGBT+ sono sempre esistite e continueranno a farlo, ed è fantastico vedere su schermo qualcosa che non tratti l’argomento come spinoso o in maniera goffamente spettacolare come ancora capita fin troppo spesso nel nostro Paese.

Haven era già un gioco interessante e gradevole al lancio, ma non pochi lamentarono l’idea di dover guardare una coppia etero per l’interezza dell’avventura. Questa nuova esperienza, da un lato fornisce un punto di vista ruolistico, dall’altro per l’enorme impatto della rappresentazione, dà completamente un altro impatto e spessore al titolo, che soprattutto scontato, ormai viene vivamente consigliato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.