Un fulmine a ciel sereno (o meglio, non così tanto sereno, onestamente): in preparazione la nuova saga di The Witcher presso gli studi di CD Projekt Red. Così abbiamo percepito questo annuncio da parte della software house polacca che, contro qualsiasi previsione, si è imbarcata in un nuovo progetto che non ci saremmo aspettati se non dopo un po’ di normalizzazione della situazione Cyberpunk 2077.

Come i più ormai sapranno, Cyberpunk 2077 non è stato il titolo con il lancio più entusiasmante degli ultimi anni, a causa un po’ del troppo hype venutosi a creare e problemi tecnici che, indubbiamente, hanno afflitto le versioni su console meno performanti come PS4 e Xbox One. Col tempo, però, la software house si è dimostrata volenterosa e si è lanciata anima e corpo nella risoluzione dei problemi, portando il titolo a un livello che potremmo definire quantomeno giocabile, senza troppi bug e glitch come nella fase iniziale.

Se l’annuncio di una nuova saga di The Witcher non fosse già strano di per sé in questo periodo turbolento, ad agitare ulteriormente le acque c’è anche la comunicazione che sarà sviluppato utilizzando Unreal Engine 5, abbandonando di fatto il REDengine usato in passato.

In basso il comunicato ufficiale:

CD PROJEKT RED ha inoltre annunciato che inizieranno i lavori in Unreal Engine 5 come parte di una partnership strategica pluriennale con Epic Games. Da The Witcher 2: Assassins of Kings, pubblicato nel 2011, CD PROJEKT RED ha utilizzato il suo motore di gioco proprietario, REDengine, per sviluppare i propri videogiochi. Questo nuovo rapporto con Epic copre licenze, ma anche sviluppo tecnico di Unreal Engine 5, così come future versioni del motore grafico. Gli sviluppatori di CD PROJEKT RED collaboreranno con Epic con lo scopo primario di plasmare il motore di gioco per esperienze open-world, a partire dallo sviluppo del prossimo videogioco del franchise di The Witcher. 

Parlando dell’utilizzo di UE5, il CTO di CDPR, Zawodny, ha detto:

“Uno degli aspetti centrali della nostra trasformazione interna “RED 2.0” consiste in un maggiore focus sulla tecnologia, e la nostra cooperazione con Epic Games si basa su questo principio. Fin dall’inizio, non abbiamo preso in considerazione l’opzione più tradizionale dell’accordo di licenza; sia noi sia Epic lo vediamo come una partnership soddisfacente e duratura. Per CD PROJEKT RED, è vitale stabilire la direzione tecnica del nostro prossimo videogioco fin dalle fasi iniziali: in passato, abbiamo speso molte energie ad evolvere e adattare il REDengine ad ogni sequel. Questa cooperazione è entusiasmante, perché aumenta l’efficienza e renderà più favorevole la pianificazione dello sviluppo, oltre a fornirci l’accesso a strumenti tecnologici all’avanguardia. Non vedo l’ora di vedere i videogiochi che andremo a creare utilizzando Unreal Engine 5!”     

Al momento, tutto ciò che abbiamo è un’immagine teaser, senza ulteriori dettagli sullo sviluppo o su una potenziale data d’uscita: la software house stavolta si farà bene i conti in tasca prima di annunciare alcunché, come è giusto che sia.

Dalle dichiarazioni ufficiali, il REDengine continuerà a essere utilizzato per Cyberpunk 2077 e contenuti aggiuntivi previsti per il gioco, ma in seguito possiamo aspettarci un distacco progressivo dal motore che si è dimostrato incapace di reggere il passo.

Cosa ne pensate di questi annunci? Fateci sapere tutto nei commenti e ricordate anche di passare a visitarci sulle nostre pagine Facebook, Twitter e naturalmente sul nostro canale Twitch!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.