TOEM è un’avventura fotografica, sviluppato e distribuito da Something We Made, disponibile su PC, Nintendo Switch e PlayStation 5, dal 17 settembre 2021.

Provato su Nintendo Switch

PS4
breve fast

Prova a dire cheese!

TOEM è il magico esperimento narrativo fotografico del piccolo sviluppatore svedese Something We Made, un titolo piccolo in scala e ambizione, nel miglior senso possibile. In un’era dove si combatte con esperienze ludiche artificialmente allungate e diluite da quest irrilevanti e ripetitive, idee di “open world” quanto meno confuse, e lande infinite di texture simili tra loro, TOEM va fortemente in controtendenza, proponendo un’esperienza totalmente agli antipodi.

Nei panni di un giovane animaletto antropomorfo, si raggiunge l’età per partire per un lungo, o meglio, piuttosto breve viaggio alla scoperta di un fenomeno chiamato Toem, ai confini est della mappa, qualche città più in là. Questo, che sembra un rito di passaggio degli abitanti di questo paesello ispirato agli scenari della scandinavia, prende il via quando il protagonista viene spinto a iniziare il viaggio, armato solo di una comoda macchina fotografica.

L’interezza del gameplay di TOEM si concentra sull’uso libero della macchina fotografica, e l’interazione con la comunità. A separare il protagonista dal mistico fenomeno di TOEM è solo la distanza, e quindi i mezzi per arrivarci. Per potersi guadagnare il diritto di prendere il pullman gratuitamente, sarà necessario interagire con la comunità, completando richieste di ogni tipo, al fine di accumulare dei timbri. Questi timbri sono da un lato le numerose quest di gioco, e allo stesso tempo ciò che scandisce il ritmo dell’avventura, creando un blocco da un’area alla successiva.

Il numero di timbri necessari per proseguire è sempre piuttosto basso, e un giocatore più affrettato che vuole un’esperienza rapida e senza pensieri, può completare l’avventura in circa un paio d’ore, ma con ogni probabilità non sarà così per la maggioranza dei giocatori. TOEM infatti è un titolo estremamente calmo, chill, da sorseggiare, senza particolari pretese o ardue prove da superare.

Dall’esplorazione, principalmente attraverso un complesso di piccole aree interconnesse, alla musica, di ottima qualità e forte capacità evocativa, alla direzione artistica, dimessa e cartoonesca, delineata da un semplice bianco e nero, e modelli 3D che simulano un 2D fatto di carta, tutto sembra pensato al fine di creare uno specifico mood morbido e accattivante.

Il sottile equilibro è tenuto dalla compattezza del game design, che unisce una quantità di elementi limitata a una forte libertà espressiva del giocatore. In un certo modo, TOEM sembra volerci suggerire di soffermarci, almeno per un istante, a guardare le piccole cose della vita, che queste siano delle farfalle che svolazzano in un prato, dei bambini che giocano nel bosco o un gatto che dorme alla reception di un albergo.

Per i completisti, o ancor meglio, tutti coloro che facilmente si faranno catturare dal curioso fascino di TOEM, l’esperienza può durare anche una manciata di ore, alla ricerca di tutto ciò che questo curioso mondo ha da offrire, dai numerosi personaggi strampalati, ognuno con qualcosa di colorito e sopra le righe da dire, alle piccole, più discrete storie che si celano dietro alle quest meno intuitive da completare.

A chi consigliamo TOEM?

TOEM è un titolo curioso, accattivante e magico al contempo, un’esperienza davvero piccola e contenuta, nel miglior senso possibile. Chiaramente questo non lo rende godibile a ogni palato, grazie a un gameplay più dimesso e libero, rispetto ai tanti. Certo è che ultimamente, grazie a titoli come New Pokémon Snap, o con maggiore incisività Umurangi Generation, ci stiamo abituando a nuovi modi per interpretare l’esperienza del videogioco, anche inglobando con modi più e meno originali, la splendida arte della fotografia.

Godibile, accattivante e compattoMolto breve
Grande libertà creativa, senza alcuno stress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.