Kazushige Nojima, lo scrittore di Final Fantasy VIII, ha rivelato alcune informazioni sulla sua esperienza avuta prima di lavorare al capitolo della saga. Subito dopo l’uscita di Final Fantasy VII, infatti, acquistò un computer e iniziò a usare internet, cercando forum e community dove si parlava del gioco. Ecco i punti salienti della sua intervista:

-Le sue aspettative erano alte ma riscontrò molte critiche da parte degli utenti che sostenevano come fosse “un pessimo gioco poiché utilizzava la tragedia di Aerith per far piangere i giocatori” e che era “troppo concentrato sui flashback”.

-Queste critiche hanno poi avuto un impatto su Final Fantasy VIII e Nojima decise di scrivere una storia in cui nessuno dei personaggi principali moriva, riducendo i flashback al minimo.

-La storia di Laguna avrebbe dovuto far parte del primo capitolo del gioco ma è stata poi ridimensionata per svariate ragioni, rendendo inutili anche alcune mappe già pronte. Se fosse possibile aggiungere un nuovo episodio, probabilmente sarebbe incentrato sulla vita di Laguna.

-Lo staff maschile si concentrò su ciò che poteva rendere “carina” Rinoa mentre lo staff femminile insisteva sull’impossibilità che una ragazza in minigonna potesse muoversi in quel modo.

 

Ricordiamo che recentemente Final Fantasy VIII è disponibile in una versione Remastered per Playstation 4, Xbox One, Nintendo Switch e PC, mentre Final Fantasy VII Remake arriverà il 3 marzo 2020 in esclusiva per Playstation 4.

Se volete leggere di più potete leggere i nostri articoli precedenti, vedere la cover art europea, i concept art 12 e 3, dettagli sul sistema di combattimento e materia, screenshot e anche il trailer presentato all’E3 2019.

Fonte: Siliconera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.